Recensioni verificate Soddisfatta del servizio.
Personale disponibile e gentile. Lo consiglio a tutti ...
Cliente Sorgente Genetica
logomysorgente

02.3670.5871

Aurora magazine

Si potrà preservare la fertilità dei bambini malati di tumore?

I ricercatori dell’Università di Pittsburgh hanno trovato un modo per preservare il tessuto testicolare. È infatti nata la prima scimmietta concepita grazie a questo metodo ed è perfettamente sana. Ciò significa che il nuovo metodo potrebbe salvare la fertilità di tanti bambini e ragazzini malati di tumore.

Il primo esperimento è stato piccolo, limitato ai primati. Eppure questo successo suscita la speranza che la tecnica possa essere applicata anche agli esseri umani. Se tutto andrà bene, potrebbe diventare routine per coloro che devono sottoporsi a chemioterapia o radioterapia, rischiando quindi l’infertilità.

Il concetto alla base è simile a quello che sta dietro la conservazione del tessuto ovarico: “si possono ottenere gameti maturi da tessuto immaturo?” Adesso pare che la risposta sia “sì”. Questo è importante soprattutto per i bambini che si sottopongono ai trattamenti. Adulti e adolescenti possono far congelare il proprio sperma, ma questo non vale per chi non ha ancora raggiunto la pubertà.

Il team ha prelevato campioni di tessuto dai testicoli di cinque giovani macachi. Li hanno congelati per un periodo variabile, dalle cinque ore fino ai cinque mesi. A questo punto hanno impiantato di nuovo i campioni e hanno lasciato che maturassero. Una volta rimossi di nuovo, tutti i campioni erano pronti per produrre spermatozoi.

Con gli spermatozoi ottenuti, i ricercatori hanno fecondato 138 ovociti, dei quali il 40% ha raggiunto i primi stadi dello sviluppo. Uno di questi ha portato alla nascita della scimmietta Grady.

Fonte: sciencealert.com