Recensioni verificate Soddisfatta del servizio.
Personale disponibile e gentile. Lo consiglio a tutti ...
Cliente Sorgente Genetica
logomysorgente

02.3670.5871

Aurora magazine

Vivere sano contrasta i geni della demenza

Uno studio condotto dalla dottoressa Elzbieta Kuzma dà una speranza a quanti hanno una storia familiare di demenza. Il team ha seguito quasi 200.000 persone over 60, delle quali alcune con le varianti genetiche della demenza. In coloro con uno stile di vita sano, l’incidenza della malattia si è ridotta del 32%. Ciò significa che mangiare bene e fare esercizio fisico può contrastare l’influenza dei geni.

I ricercatori dell’Università di Exter hanno seguito 197.000 persone per 8 anni. Ciascuna persona è stata classificata secondo il rischio di demenza, a partire da un test genetico: alto, medio o basso. I ricercatori hanno quindi valutato lo stile di vita nel corso degli anni, analizzando alimentazione, consumo di alcol e attività fisica. A questo punto hanno combinato i dati raccolti con il numero di persone che si sono ammalate di demenza, 1.769 solo durante il follow-up.

Le persone con in assoluto lo stile di vita più sano erano coloro che non fumavano, si allenavano con regolarità e mangiavano bene. Pochissime di queste si sono ammalate di demenza, a prescindere dal rischio genetico. A parità di geni, per loro il rischio di ammalarsi si è ridotto del 32% rispetto a chi seguiva uno stile di vita sregolato.

Lo studio dimostra che i geni hanno un ruolo importanti ma molto più limitato di quanto si tende a credere. Le persone con predisposizione genetica e con uno stile di vita poco sano avevano tre volte le probabilità di ammalarsi, rispetto a coloro non predisposta e con uno stile di vita sano. Ciò significa che è possibile controbilanciare i geni con alimentazione e attività fisica.

Fonte: quotidianosanita.it