Recensioni verificate Soddisfatta del servizio.
Personale disponibile e gentile. Lo consiglio a tutti ...
Cliente Sorgente Genetica
logomysorgente

02.3670.5871

Aurora magazine

L’ovaio policistico è collegato a problemi cardiaci nel bambino?

Uno studio pubblicato su Cardiovascular Research mostra un possibile collegamento tra ovaio policistico materno e disfunzioni cardiache nei figli. I ricercatori hanno analizzato i piccoli partoriti da cavie affette dalla sindrome, notando un rischio maggiore di problemi cardiaci.

L’ovaio policistico colpisce circa 1 donna su 10 ed è il disturbo riproduttivo più diffuso. Il problema ha una forte componente genetica, ma alcuni studi suggeriscono altre possibili cause. Tra queste potrebbe esserci un ambiente ostile nell’utero materno, caratterizzato da livelli troppo alti di androgeni. Gli autori dello studio si sono però concentrati sulle conseguenze della sindrome sulla prole.

Le donne affette da ovaio policistico tendono a produrre alti livelli di diidrotestosterone nelle ultime fasi della gestazione. Secondo i ricercatori, questo potrebbe causare disfunzioni future nella prole, soprattutto nelle femmine. Per testare la cosa, i ricercatori hanno seguito due gruppi di cavie gravide, ciascuno con un problema diverso.

  • Alti livelli di diidrotestosterone nell’ultimo trimestre.
  • Obesità prima e durante la gestazione.

Dopo il parto, i ricercatori hanno separato i piccoli dalla madre e hanno somministrato loro una dieta controllata. Raggiunta l’età adulta, hanno verificato l’eventuale presenza di anomalie cardiache e di malformazioni nei tessuti del cuore. Inoltre, hanno verificato gli effetti di alti livelli di diidrotestosterone durante la pubertà.

Gli esperimenti mostrano che alti livelli di diidrotestosterone nell’ultimo trimestre e durante la pubertà possono causare patologie cardiache in età adulta. Paradossalmente, l’obesità materna non sembra avere conseguenze altrettanto gravi sul profilo cardiaco dei piccoli di sesso femminile.

Fonte: medicalxpress.com