Recensioni verificate Soddisfatta del servizio.
Personale disponibile e gentile. Lo consiglio a tutti ...
Cliente Sorgente Genetica
logomysorgente

02.3670.5871

Aurora magazine

Possiamo rimandare la menopausa?

Un nuovo trattamento potrebbe ritardare la menopausa perfino di vent’anni, in modo da poter avere figli più tardi. La procedura è in fase di sperimentazione a Birmingham, per il momento disponibile per le donne fino a 40 anni. Il principio è simile a quello dei trattamenti di conservazione della fertilità per le donne che si devono sottoporre a chemioterapia.

Il trattamento prevede una serie di procedure invasive. I medici prelevano un campione di tessuto ovarico dalle donne e lo congelano. Se arrivata alla menopausa la donna desidera avere un figlio, può farsi trapiantare nuovamente il pezzo di tessuto. In frammento stimola la produzione di nuovi ormoni, riportandoli ai livelli pre-menopausa. In questo modo la donna può di nuovo restare incinta, almeno in teoria.

Per il momento sono 9 le donne che si sono sottoposte alla procedura. Le pazienti sono tutte britanniche, di età compresa tra i 22 e i 36 anni. La procedura potrebbe aiutarle non solo ad avere un figlio in età più avanzata, ma soprattutto a rimandare i tanti effetti negativi della menopausa. I livelli ripristinati di ormoni servirebbero infatti a contrastare caldane, ansia, osteoporosi, aumento di peso.

La tecnica si è già dimostrata efficace contro l’infertilità data dalla chemio. Per quanto riguarda questo utilizzo specifico, invece, i medici hanno alcune perplessità. Secondo alcuni, non sappiamo ancora se il campione di tessuto ovarico basterà per produrre la giusta quantità di ormoni. Inoltre, non è stata provata la sicurezza del trattamento su donne sane che sono semplicemente entrate in menopausa.

Fonte: huffingtonpost.co.uk