Recensioni verificate Soddisfatta del servizio.
Personale disponibile e gentile. Lo consiglio a tutti ...
Cliente Sorgente Genetica
logomysorgente

02.3670.5871

Aurora magazine

Dna: può essere analizzato anche nello spazio

È possibile leggere e sequenziare il Dna anche nello spazio: la notizia viene dagli studiosi di genetica della Johns Hopkins University di Baltimora (Stati Uniti), che hanno portato avanti con sucesso alcuni esperimenti a bordo di quella che viene chiamata la “cometa del vomito”, cioè l'aereo progettato dalla Nasa per effettuare voli parabolici in grado di simulare l'assenza di gravità.

In particolare, gli studiosi Andrew Feinberg e Lindsay Rizzardi – oltre a provare il funzionamento di alcuni strumenti per la manipolazione del Dna in uno spazio con assenza di peso – hanno intrapreso la sperimentazione, con risultati ottimi, di un apparecchio portatile per il sequenziamento genetico (il suo nome è MinION). Visti i risultati positivi, MinION potrebbe essere inviato sulla Stazione spaziale internazionale (Iss) già nei primi mesi del prossimo anno.

I primi esperimentati sono stati effettuato mediante un mini-sequenziatore del laboratorio di genetica di Christopher Mason, presso la Cornell University di New York. Testata nel corso di un volo parabolico, l'apparecchiatura è stata in grado di leggere un campione di Dna predisposto prima del test. In soli quattro giorni, Feinberg e Rizzardi hanno sperimentato anche alcuni strumenti di laboratorio modificati apposta per il funzionamento in uno spazio in cui è assente la gravità. Grazie a queste modifiche, è possibile prelevare e trasferire campioni di Dna senza che questi vengano alterati o dispersi nell'aria.

Il successo di queste sperimentazioni costituisce un passo in avanti per la genetica spaziale, dal momento che le nuove tecnologie potranno essere impiegate nelle missioni umane di lunga durata, Lo scopo finale è quello di consentire agli astronauti che partiranno per Marte di verificare nello spazio il proprio Dna, effettuare esperimenti scientifici e constatare da soli eventuali conseguenze delle radiazioni cosmiche.

Fonte: ANSA