Recensioni verificate Soddisfatta del servizio.
Personale disponibile e gentile. Lo consiglio a tutti ...
Cliente Sorgente Genetica
logomysorgente

02.3670.5871

Aurora magazine

Nessun legame tra trattamenti per la fertilità e tasso di divorzi

Un nuovo studio danese ha smentito il legame tra trattamenti per la fertilità e tasso di divorzi. I ricercatori hanno analizzato i dati di 10 mila coppie che si sono sottoposte a fecondazione assistita. Nonostante lo stress provocato dalle pratiche, le coppie ne sono uscite rafforzate invece che indebolite.

Tutto inizia con uno studio del Danish Cancer Society Research Center di Copenhagen, pubblicato nel 2014. Secondo i ricercatori, lo stress provocato dalla fecondazione assistita aumenterebbe il rischio di divorzio. Il vecchio studio confermava una convinzione già molto diffusa, priva però di prove concrete. Il nuovo studio, invece, ha smentito quanto detto in precedenza.

La dott.ssa Mariana Martins è ricercatrice presso la Facoltà di Psicologia dell’Università di Porto. Il suo team ha condotto lo studio su 42.845 donne danesi che si sono sottoposte a fecondazione assistita tra 1994 e 2009. I ricercatori hanno seguito lo stato sentimentale delle donne per un periodo di 16 anni, confrontandolo con quello di un gruppo di controllo.

Il 65% delle donne hanno avuto dei figli con il partner, mentre il 20% ha divorziato. Le percentuali sono paragonabili a quelle del gruppo di controllo. Ciò significa che sottoporsi a IVF non aumenta le probabilità di divorziare. Gli studi precedenti collegavano gli alti livelli di stress tipici della IVF con il rischio di divorzio. In realtà molto dipende dall’esito delle procedure.

Secondo i ricercatori, il fattore di rischio più elevato è il fallimento dei trattamenti di fecondazione. Le coppie che non riescono ad avere figli nonostante gli sforzi sono molto più vulnerabili. D’altra parte, affrontare insieme le difficoltà unisce molte coppie, invece di distruggerle.

Fonte: medicalnewstoday.com