trustpilot Servizio bellissimo
Ottimo servizio per quanto riguarda l'informazione...
logomysorgente

02.3670.5871

Aurora magazine

La riscrittura del Dna con la Crispr fa regredire i tumori

I ricercatori dell'Università di Shenzhen hanno usato la tecnica Crispr per frenare l’avanzare di tumori nelle cavie. La riscrittura del Dna ha non solo fermato il tumore, ma ne ha provocato anche la regressione. Se si dimostrasse sicura anche per l’uomo, la tecnica rivoluzionerebbe i trattamenti contro il cancro.

Il nuovo metodo consente di agire sul tumore su più livelli, controllandone il meccanismo metabolico a cascata. Alla base della crescita tumorale ci sono infatti dei segnali molecolari, che inducono la proliferazione delle cellule. Gli scienziati hanno usato la Crispr-Cas9 in modo che si attivasse in risposta a questi segnali. La Crispr ha quindi stimolato l’azione di due geni oncosoppressori, che hanno bloccato la crescita delle cellule tumorali. In una seconda fase dei test, i ricercatori hanno addirittura riprogrammato le cellule così da stimolare la regressione del tumore.

Lo studio dei ricercatori cinesi mostra solo una delle tante applicazioni della Crispr. La tecnica consente infatti di agire sulle cause stesse delle malattie, arrivando là dove i normali farmaci poco possono. Altre ricerche in corso nel mondo ne prevedono l’uso per la creazione di zanzare anti-malaria, oltre che per la correzione di malattie genetiche gravi e per ora incurabili.

I risultati dello studio cinese sono stati pubblicati su Nature Methods e hanno provocato grande fermento. La tecnica consente infatti di agire su tutti i tumori di cui si conoscono gli eventi metabolici alla base, ovvero la gran parte. Nonostante i risultati, è però ancora presto per parlare di sperimentazione umana. Prima sarà infatti necessario verificarne fino in fondo gli effetti.

Fonte: ansa.it

Tags: DNA, Genetica