trustpilot Servizio bellissimo
Ottimo servizio per quanto riguarda l'informazione...
logomysorgente

02.3670.5871

Aurora magazine

52 centri uniti per sviluppare l’oncologia di precisione

Cinquantadue centri di ricerca italiani si sono uniti per sviluppare nuovi test genetici contro il cancro. L’obiettivo è mettere a confronto terapie standard e terapia target guidata dalla proliferazione genomica. Se quest’ultima risultasse più efficace, si aprirebbero le porte di una nuova oncologia di precisione.

I nuovi test genetici consentono di identificare le caratteristiche molecolari di un tumore. I medici possono profilare il DNA del tumore e, grazie alle intelligenze artificiali, elaborare una terapia. In questo modo ciascun paziente può avere una trattamento su misura, elaborato sulle sue specificità ed esigenze. Un ulteriore passo verso la medicina di precisione, che però richiede ulteriori studi prima di poter diventare di massa.

I ricercatori provenienti da 52 centri di ricerca stanno valutando l’efficacia di questo tipo di approccio. Lo studio si trova già alla fase II e coinvolgerà 1200 pazienti affetti da tumore al polmone, al seno e del tratto gastroenterico. Inoltre, valuterà l’efficacia della terapia target su tumori rari, contro i quali i trattamenti standard sono inefficaci. Il tutto avrà una durata di 18-24 mesi.

Per portare avanti lo studio, i medici useranno test di proliferazione genomica. In questo modo potranno identificare la mutazione cardine del tumore e comportarsi di conseguenza. Le terapie verteranno quindi non solo sulla locazione del tumore, ma soprattutto sul suo codice genetico. A questo scopo sarà necessario l’intervento di oncologi e medici genetisti, ma anche di bioinformatici, biologi molecolari, chirurgi.

Fonte: repubblica.it